Produttività

5 lezioni che ho imparato come primo telelavoratore

La mia azienda è recentemente passata a lavorare in remoto a tempo pieno alla luce di Covid-19. Ecco cinque lezioni che ho imparato lavorando da casa nelle ultime quattro settimane.

27 aprile 2020
Da
Angelique Parungao

Come molte persone là fuori in questo momento, lavorare a tempo pieno da casa è un'esperienza nuova per me. Certo - all'Eko potevamo scegliere di lavorare da casa una volta al mese prima, ma per passare improvvisamente a farlo a tempo indeterminato alla luce di Covid-19 ci è voluto un po' di tempo per abituarci.

Inizialmente, l'idea di lavorare a distanza sembrava un'impresa facile da realizzare. Alzarsi ogni mattina senza dover pensare ai miei spostamenti quotidiani e lavorare tranquillamente nella comodità di casa mia senza distrazioni mi sembrava piuttosto semplice.

Tuttavia, ho capito subito che il lavoro a distanza non è una passeggiata nel parco. Ci sono stati molti aggiustamenti che dovevano accadere per garantire che fossi altrettanto produttivo e impegnato nella mia vita lavorativa quotidiana quanto lo sarei stato in ufficio. Mentre sono ancora nella curva di apprendimento, ho pensato che sarebbe stato utile per me condividere le cinque cose migliori che ho imparato finora in questa transizione per chiunque altro là fuori che si è appena unito al lavoro dalla rivoluzione domestica.

Combattere la distrazione è difficile ma fattibile

Si potrebbe pensare che mantenere l'equilibrio tra lavoro e vita privata diventi più gestibile quando si lavora da casa. In realtà, tutte quelle distrazioni sul posto di lavoro di cui vi siete appena liberati diventano molto rapidamente sostituite dalle distrazioni domestiche. Con il letto, la tv e il frigorifero a portata di mano, ho scoperto che è fondamentale per me mantenere un orario di lavoro per evitare di cadere fuori strada. Di solito inizio la mia giornata come quando vado in ufficio - sveglia alla stessa ora, faccio colazione, mi vesto e mi preparo per le videochiamate. Durante il giorno mi assicuro anche di non essere distratto dalle faccende domestiche mentre lavoro. È così difficile resistere alla tentazione di fare il bucato o di iniziare a passare l'aspirapolvere a metà giornata, così ho allestito una vera e propria area di lavoro dove non vedo nulla che possa distogliere la mia attenzione dal lavoro. Mi aiuta ad entrare nella zona e a lavorare senza essere distratto dalle cose che posso fare dopo il lavoro.


E' fondamentale rimanere al passo coi tempi

Quando io e i miei compagni di squadra abbiamo iniziato a lavorare da diverse sedi, la comunicazione e la collaborazione con loro sono cambiate molto rispetto a quando eravamo tutti in ufficio. Per tenere sotto controllo le cose e garantire che i compiti non rimanessero indietro, abbiamo utilizzato strumenti di gestione dei progetti per lavorare insieme in tempo reale. Ci ha aiutato a tenere sotto controllo le nostre scadenze, ha chiarito chi era responsabile di quali aree e ci ha dato visibilità sull'avanzamento dei progetti in varie parti. Questo non solo ha fatto sì che le piccole attività non passassero inosservate, ma ha aumentato la visibilità e la responsabilità nei nostri singoli ruoli, anche se eravamo dispersi.


Non devi farlo da solo

La solitudine è uno dei problemi più comuni che i lavoratori a distanza affrontano ovunque, e dopo solo una settimana di lavoro ho cominciato a capire perché. Tuttavia, ci sono così tanti modi per combatterla e ci vuole solo un piccolo sforzo sia da parte tua che dei tuoi compagni di squadra per tenerlo a mente. Ho usato i messaggi istantanei per avere una conversazione continua con i miei vari colleghi durante il giorno, sia che si trattasse di lavoro o meno. Il mio team ha anche dedicato alcuni giorni al pranzo virtuale, alle cene e agli happy hour tramite videochiamata, come modo per rimanere in contatto tra di noi oltre il lavoro. Avere queste chiacchierate veloci e sapere che tutti sono a portata di mano mi ha aiutato a sentirmi circondato dal mio team durante tutta l'esperienza.


Scollegare alla fine della giornata lavorativa

Secondo un rapporto fatto da Owl Labs, coloro che lavorano a distanza lavorano più di 40 ore alla settimana, che è il 43% in più rispetto alle controparti in loco. Mentre coloro che lavorano a distanza dicono che lo fanno perché amano quello che fanno, tutto il lavoro e nessun gioco può causare stress e burnout. Una lezione importante che ho imparato dal lavoro a distanza è che va bene scollegarsi dal lavoro una volta che ho finito la mia giornata. È allettante controllare i messaggi di lavoro oltre l'orario di lavoro o continuare a completare i compiti perché non devo mai davvero "andare a casa", ma tutte queste cose avranno conseguenze disastrose in seguito. Ho imparato a impostare i miei orari di lavoro e a fare in modo di correggere le mie notifiche in modo da non riceverle oltre quell'orario. Il nostro corpo e la nostra mente hanno bisogno di recuperare, e garantire la nostra salute è fondamentale per il successo del lavoro a distanza.


L'utilizzo di uno strumento intuitivo aiuta molto

Inutile dire che tutto questo sarebbe stato molto più impegnativo se non avessi avuto a portata di mano lo strumento giusto. Lavorare da casa si basa molto sulla tecnologia, ed è fondamentale utilizzare quello giusto per rendere questo passaggio il più fluido possibile. Mentre la mia azienda passava al lavoro a distanza, sono contento che la nostra piattaforma includesse tutti gli strumenti e le risorse di cui avevo bisogno per lavorare in modo efficace in un unico luogo. Dopotutto, non è una vera e propria transizione quando puoi portare praticamente tutta la tua forza lavoro a casa tua.

Lavorare a distanza con Eko

Nel tentativo di supportare i team di tutto il mondo in questo periodo senza precedenti, abbiamo deciso di offrire la nostra soluzione gratuitamente.

Iscriviti alla nostra newsletter.

Grazie! La vostra richiesta è stata ricevuta!
Ops! Qualcosa è andato storto durante l'invio del modulo.