Cultura

Le ricerche mostrano che i dipendenti remoti vogliono che li controlliate regolarmente

Con i dipendenti che lavorano da casa, i manager fanno abbastanza per controllare come se la cavano a lavorare a distanza? La nostra indagine rivela una verità che apre gli occhi.

27 aprile 2020
Da
Angelique Parungao

La vostra azienda potrebbe essere una di quelle che hanno rapidamente trasformato le squadre per lavorare da casa durante l'assalto della pandemia COVID-19. Con questa nuova configurazione, quante volte avete controllato i singoli membri del team da quando siete passati a una configurazione della forza lavoro a distanza? 

Secondo un sondaggio che abbiamo condotto, che ha intervistato più di 1.000 dipendenti dispersi nel Regno Unito che non hanno mai lavorato da casa in precedenza, uno su dieci ha detto che il loro manager non ha fatto un controllo su di loro per vedere come se la stanno cavando da quando il lavoro a distanza è iniziato a marzo. Abbiamo anche rilevato che il 38% degli intervistati ritiene che i propri datori di lavoro debbano aumentare e migliorare le comunicazioni con loro su base più regolare, mentre il 14% di loro afferma di aver bisogno di un feedback più specifico che li aiuti a sentirsi più produttivi mentre lavorano da casa. 

È fondamentale fare regolarmente il check-in con i dipendenti a distanza

Inutile dire che la continua evoluzione della pandemia può scatenare emozioni spiacevoli per i dipendenti: aumentare l'ansia per la loro salute e per il loro lavoro. Lo psicologo aziendale e coach del benessere Jivan Dempsey conferma che "i dipendenti sono naturalmente preoccupati per se stessi, per le loro famiglie e per il loro futuro". Per questo motivo, i datori di lavoro devono comunicare più regolarmente con i loro dipendenti. "I leader devono farsi avanti e rispondere con empatia e comprensione. Una comunicazione che sia personale e che si sforzi di essere aperta e onesta è più coinvolgente, efficace e in grado di ricostruire la fiducia", ha detto. 

Oltre alle loro preoccupazioni sulla situazione attuale, è anche probabile che si sentano soli mentre lavorano a distanza. Secondo Cigna, i lavoratori a distanza hanno più probabilità di sentirsi soli rispetto a quelli non a distanza, e senza un eccellente sistema di comunicazione con i loro datori di lavoro, i lavoratori dispersi hanno più probabilità di soffrire la solitudine in silenzio.

Secondo la psicologa del lavoro, la dott.ssa Nancy Doyle, "Le aziende hanno lavorato duramente nei primi giorni per effettuare il check-in del loro personale, oltre a dare un po' di tregua alle persone quando avevano bisogno di regolare l'orario di lavoro per gestire le loro responsabilità domestiche, prolungare le scadenze o chiedere un maggiore supporto. Ma con il passare del tempo, può sembrare difficile, quasi invadente, continuare a dire 'come va? Ha aggiunto: "Ciò significa che alcune persone possono soffrire in silenzio mentre lavorano a distanza. I vostri colleghi sono le stesse persone che erano prima dell'isolamento e, se notate un drastico cambiamento nella personalità o nel modo in cui svolgono il loro lavoro, allora per loro potrebbe esserci più di quanto sia immediatamente ovvio".

Mantenere il tocco umano a distanza 

Se avete intenzione di iniziare a contattare i vostri dipendenti a distanza o volete migliorare il modo in cui lo fate, Dempsey vi suggerisce di utilizzare le videochiamate al momento del check-in con loro. "Utilizzate la videocamera in modo da poter vedere ed essere visti in tutte le comunicazioni. Le videoconferenze possono aiutare a costruire la connessione e la fiducia, specialmente con il personale remoto". Oltre alle videochiamate, è possibile utilizzare anche le chiamate vocali per i vostri check in. Alcuni dipendenti potrebbero non essere a proprio agio a fare videochiamate così spesso, quindi lasciare un'opzione senza il video potrebbe funzionare per loro. 

È anche importante mantenere un programma regolare. Secondo gli intervistati, il 30% ha dichiarato che i loro manager si rivolgeranno a loro una volta alla settimana - sicuramente dal punto di vista del benessere. Assicuratevi di avere tempo a sufficienza durante i vostri incontri individuali e le chiamate del team, in modo che tutti possano discutere di ciò di cui hanno bisogno per parlare con voi o con i loro colleghi. 

Potete anche programmare attività virtuali con i vostri team per distogliere la mente dal lavoro. Le sessioni di team building attraverso videochiamate possono contribuire a rafforzare il cameratismo dei vostri dipendenti anche quando lavorano a distanza. Potete anche incoraggiarli a mettersi in contatto l'uno con l'altro avviando i loro centri di discussione guidati dai dipendenti o chiacchierando con i colleghi mentre si prendono una pausa dal lavoro. 

Dato che fai tutte queste cose per il tuo team a distanza, è anche fondamentale che non dimentichi di prenderti cura di te stesso. "Tieni d'occhio anche la tua salute mentale e il tuo benessere - non puoi versare da una tazza vuota", ha detto il dottor Doyle. "Prendere tutto su te stesso ti lascerà esausto e vuoto". 


Sbloccate il vero potenziale della vostra organizzazione

Richiedete una consulenza e una demo con uno dei nostri esperti per discutere di ciò che Eko può fare per la vostra azienda.

Iscriviti alla nostra newsletter.

Grazie! La vostra richiesta è stata ricevuta!
Ops! Qualcosa è andato storto durante l'invio del modulo.